lunedì, settembre 12, 2011

"In the future, everyone will be world-famous for 15 minutes."

Una grossa soddisfazione.
Si!! perchè da fotoamatore che si ritrova a scattare tantissime immagini per puro divertimento e.... perchè no! magari sognando che un giorno questo divertimento  possa anche far guadagnare la minestra.
E  quel giorno finisce anche il divertimento.
Ma cosa volevo dire? ah! ecco....ma a voi una crisi del tipo : ma cosa ci faccio? con tutte queste foto! le molte delle quali non rivedrò mai più,(eccetto quelle che stampo e finiscono, o appese al muro o nel classico album di famiglia).
Bene! molte volte mi prende la voglia di smettere di fare foto.
Perchè sono frustrato dalla mancanza di tempo, perchè mi mancano i soldi per acquistare l'ultimo gadget fotografico, perchè fare certe foto mi piace ma mi stressa, perchè ognuno di noi ha i suoi sacro santi motivi e perchè a qualcuno non gli frega una mazza  e basta delle tue foto, perchè ti è passata semplicemente la voglia.
Perchè sottosotto speri che qualcuno si accorga delle tue foto e dica: cazzo! queste sono opere d'arte. (E ci tiri su tanti bei soldini).
Si! A me capita e ultimamente anche molto spesso.
Pechè?
Ma!...tornando con i piedi per terra, questa piccola ( GRANDE) soddisfazione rende più sopportabile la mia Trentennale carriera di Pasticcere fatta si, di tante soddisfazioni, ma anche di tante, tantissime rinunce , notti insonne passate davanti a un forno tutte maledettamente uguali. Anno dopo anno da quando a 14 anni, misi piede per la prima volta nel mio laboratorio di Firenze.
Ecco la mia risposta al "perchè" tra alti e bassi continuo  a correre sognando che un giorno andrò alla maratona di New York, ad andare in giro con la mia moto sognando Capo Nord, a fotografare...... aspettando i miei 15 minuti
Questi sono i miei 15 minuti
Spero di essere stato chiaro...Ciao!







lunedì, settembre 05, 2011

La cascata del Lago dei Caprioli

Ho usato per la prima volta il mio nuovo filtro ND B+W n110.
Devo dire che usarlo è molto complicato e richiede tempo.....quello che mi è mancato per eseguire questo scatto.
La foto sopra, dopo una forzata manipolazione digitale,(La foto originale era fortemente sottoesposta, dopo 180 secondi di esposizione)....è quanto di meglio sia riuscito a fare.
Le condizioni ambientali, il terreno, ( il treppiedi è immerso in 50cm d'acqua gelata) e io sono appollaiato su una viscida roccia in mezzo al torrente.
Ci è voluta circa mezzora, solo per sistemare la fotocamera e il treppiede e altrettanto per trovare la giusta composizione, calcolare l'iperfocale per una adeguata PFC ....dopo di che! avvitare il filtro a l'obbiettivo facendo attenzione a non muovere la ghiera di messa a fuoco.
Un gran casino! il B+W è completamente nero, una volta avvitato all'obbiettivo è impossibile comporre o mettere a fuoco.
Tali operazioni vanno eseguite prima di montare il fitro, con la fotocamera in manuale.
A 180 secondi di esposizione corrispondono altri 180 secondi perchè l'immagine venga elaborata dal processore della fotocamera e quindi salvata sulla scheda.
Ho scattato diverse foto.
Sono arrivato fino a 480 secondi di esposizione ( 16 minuti totali).
Al primo tentativo, totalmente sotto esposta!!( iso 100 f16 120secondi).
Secondo tentativo la batteria si è scaricata...(smonta tutto, cambio la batteria, rimonto tutto) ancora sottoesposta....
Ho raddoppiato l'esposizione fino ad arrivare ai 480 secondi mantenendo stessi valori, iso e diaframma.....comincia una leggera pioggerella, sono a circa 1300 metri slm, in mezzo al bosco ,solo come un cane, a circa due Km dalla macchina e una fotocamera non tropicalizzata.
La leggera pioggerella si tramuta in una lurida tempesta di montagna.
Smonto tutto e fuggo via, cercando di proteggere la mia preziosa attrezzatura. Missione fallita!!!!
Questo è il motivo perchè ho comunque postato questa foto piena di difetti ma...sicuramente cattura